In Belgio nasce il Codice del benessere per gli animali

Codice del benessere per gli animali Belgio

Avere degli animali non sarà piu’ un atto da prendere alla leggera. Bisognerà dimostrare di sapersene prendere cura e essere titolari di un vero e proprio « permesso », rilasciato dalle Autorità.

Questo è in sintesi il senso del «Codice del benessere animale», composto da 109 articoli e presentato in Parlamento il 19 luglio dalla Regione Vallone, nel Sud del Belgio. Nell’articolo numero 1 l’animale é riconosciuto come un «essere fragile» e il futuro padrone dovrà essere titolare di un vero e proprio «permesso» per poter accudire l’animale.

Un vero e proprio Manifesto dei diritti degli animali con regole volte alla riconoscenza e alla loro protezione. Il Codice impone regole sul commercio, il trasporto e l’introduzione di animali nello Stato, per arginare atti illegali e commerci in questo senso. Vengono anche introdotti i criteri per l’eventuale «soppressione» di un animale e rigorosi controlli saranno imposti nel campo della ricerca. L’identificazione e la registrazione legale di cani e gatti saranno obbligatori e il costo degli atti sarà versato in un Fondo di Protezione animale, contro l’abbandono e il maltrattamento.

L’abbandono, la negligenza, il maltrattamento saranno vietati e , nei casi piu’ gravi, saranno considerati come «atti criminali». Il codice vieta espressamente l’organizzazione di combattimenti tra gli animali e gli esercizi di tiro. Anche gli Ippodromi rientrano nei provvedimenti. Sarà regolato anche il settore dell’allevamento dei volatili, con aiuti agli agricoltori, per permettere di mettere fine alle pratiche di allevamento in batteria e nelle gabbie. Telecamere di sorveglianza saranno installate nei mattatoi.Sarà vietata anche l’istituzione di Parchi Marini, a causa delle sofferenze inflitte ai cetacei in questi luoghi.

Il testo del Codice animale presentato dal Ministro Carlo Di Antonio- Ministro Regionale dell’ambiente in Vallonia- nel Sud del Belgio, è alla sua prima stesura e al vaglio del voto Parlamentare per poter entrare definitivamente in vigore. Il Belgio è uno Stato Federale è il Decreto, una volta approvato, interesserebbe solo la Regione francofona della Vallonia.
La strada è lunga e Il « Codice di benessere degli animali » è solo un primo, ma significativo passo. Chi altro raccoglierà questo esempio?

La « Grandezza e il progresso morale di una Nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali » ammoniva Mahatma Gandhi.

La Redazione
La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *