Tre piatti della cucina provenzale

Vi presentiamo tre piatti della cucina provenzale, la panissa, la trouchia ed i barbajuan.

Tre piatti della cucina Provenzale panissa

Oggi vi presentiamo tre piatti tipici della cucina provenzale, appetitosi e rigorosamente vegetariani che ci ha suggerito l’amico Laurent Senia del ristorante Lou Bantry di Villefranche.

Cominciamo dalla panissa: ingredienti

350 grammi di farina di ceci

1 pugno di farina

1 litro d’acqua

20 grammi di sale

50 cl. di olio d’oliva

Procedimento

In una casseruola miscelate le due farine nell’acqua fredda salata, agitate bene con la frusta. Ponete la casseruola sul fuoco, portate ad ebollizione e lasciate cuocere lentamente mescolando per 15 minuti. Versate la pasta calda su un piatto, con spessore di circa 1,5 – 2 cm. e lasciate raffreddare. Tagliatela in tranci di 2-3 cm di larghezza e fate friggere nell’olio. La panissa è pronta e può essere servita con carne e mesclun.

Tre piatti della cucina Provenzale trouchia

credit ph Diane Lampe

Ingredienti della trouchia (omelette aux blettes)

Ecco un piatto tipico della cucina provenzale a base di uova e verdure:

1 kg. di foglie di bietole

250 grammi di cipolle

3 spicchi d’aglio

6 uova

un bicchiere di olio di oliva

4 foglie di alloro

100 grammi di formaggio di Friburgo

sale e pepe quanto basta

Preparazione

Lavate e sminuzzate le bietole, sgocciolatele bene. Tagliate finemente le cipolle, fatele soffriggere in una padella con olio e aglio per 10 minuti. Aggiungete le bietole e l’alloro, cuocete a fuoco lento per 20 minuti. Battete le uova in una insalatiera. Togliete gli spicchi di aglio e l’alloro dalla padella e versate il resto nell’insalatiera con le uova. Aggiungete il formaggio il sale ed il pepe e mescolate bene. Fate ben scaldare l’olio nella padella, versate il tutto e lasciate cuocere l’omelette da una parte, poi con l’aiuto di un piatto, giratela e fatela cuocere dall’altra parte. La trouchia è pronta, si può mangiare calda o fredda accompagnata da un buon mesclun.

Tre piatti della cucina Provenzale barbajuan

Ingredienti per una quindicina di barbajuan

250 grammi di farina

110 millilitri di acqua

1 bicchiere di olio di oliva

un pò di sale e di pepe

alcune foglie di bietole

30 grammi di riso completo crudo

2 uova

2 pezzi di scalogno

40 grammi di parmigiano

erbe di Provence

Preparazione

Mescolate la farina, l’acqua, l’olio di oliva, il sale sino ad ottenere una pasta a mo’ di palla. Fate cuocere il riso completo. pulite le foglie di bietola e fatele scottare qualche minuto nell’acqua bollente. Tagliate lo scalogno e fatelo dorare in un po’ di olio di oliva. In una scodella mescolate bene il riso cotto, le foglie di bietola lo scalogno e le uova ed aggiungete il pepe. Stendete la pasta il più finemente possibile e, con un bicchiere, tagliate dei cerchi. Mettete un po’ di farcitura su ogni metà della pasta, piegate i bordi per formare dei mini-calzoni. Posateli su un vassoio con della farina, versate un filo d’olio, un po’ di pepe e delle erbe di Provenza. Ponete in forno pre-riscaldato a 210 gradi per circa 20 minuti.

La panissa e la trouchia sono piatti della cucina provenzale mentre i barbajuan, a volere essere precisi, sono monegaschi. Sono delle entrée che possono essere accompagnate da verdure, oppure spuntini per un aperitivo.


Consulta qui tutte le ricette

 

 

 

La Redazione
La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *