Il Coraggio di disegnare il proprio futuro

Roberta Raeli titolare di Raro

Il coraggio di Roberta Raeli parte da un sogno e dal disegno di una realtà che rispecchia i propri valori. Oggi è titolare del brand Rraro e il suo viaggio parte da lontano.

Gioconda di terzo nome, esattamente come la nonna sarta,  che le ha insegnato a cucire mentre lei preferiva giocare a calcio coi ragazzi. 

Dagli studi artistici approda a Milano e il salto verso la produzione sartoriale diventa obbligatorio. 

Dall’istituto Marangoni, scuola privata di moda e design con sedi in Italia, Francia, Regno Unito, Cina, India e Stati Uniti, Roberta decide con coraggio che la sua area d’azione deve restare il nord est italiano.

Cosi’ nasce Rraro una produzione sartoriale dal gusto vagamente rétro e dalla tecnica che punta alla cura meticolosa di dettagli e materiali. 

La ricerca stilistica di Roberta ha a che fare con il cambiamento che ha scosso l’intero settore moda nel 2013, la Fashion Revolution: movimento nato in Pakistan per il disastro ambientale delle produzioni, fuori controllo, del segmento tessile. 

Fashion Revolution è oggi il manifesto di un nutrito gruppo di addetti ai lavori e di consumatori che, con coraggio, portano avanti l’idea di una moda eco sostenibile. 

Quella che ispira Rraro è un’etica dal profondo valore espresso nella motivazione stessa del consumo, prima ancora che della produzione. 

Un discorso che non inizia e non finisce con l’attenzione al chilometro zero ma si sposta su un’idea di globalità condivisa anche nelle conoscenze. 

Per 16 anni Roberta ha lavorato in una grande azienda, come Benetton, e con coraggio ha deciso di diventare consulente per maison del territorio Treviso, una rete di intelligenze imprenditoriali che sta manifestando il suo lato migliore.

Confezionisti e tessuti italiani sono eccellenze di cui prendere coscienza e Roberta sta alimentando le connessioni coraggiose tra differenti realtà del territorio.

“Non ho dubbi che la moda abbia il potenziale per trasformare il mondo. Sappiamo, dalla nostra esperienza negli ultimi anni, che il cambiamento può avvenire solo con coraggio se ne parliamo incessantemente e se chiediamo di agire. Più noi operatori della moda siamo attenti e forti,  maggiore diventa la visione condivisa per una migliore industria”

Tra manifattura e ordini, alle spalle del glamour che la moda esprime, esiste un potere di cambiamento di passo, quello che ogni donna coraggiosa promuove a partire da sé e da un preciso desiderio.

Rraro comunica il valore dietro al prezzo #uniqueasyouare

Quello che Rraro comunica è il valore che sta dietro al prezzo, con #uniqueasyouare appare inequivocabile una cifra che scompone i canoni di velocità sia del consumo che della produzione. 

“Sono letteralmente affascinata dall’energia quantica, trovo che questo nostro tempo sia un momento speciale di cui dobbiamo saper approfittare. – spiega Roberta – Il cambiamento può essere a volte anche una questione di umiltà, oltre che di coraggio. C’è chi è più avanti di noi e può insegnarcelo. Penso ai grandi stilisti.” 

“Credo nelle relazioni, in un potere femminile che, tra differenze e unicità, trova il modo di cambiare la polarità dell’energia

Oggi Roberta Raeli è partner di Rete al Femminile e di Fusioni Creative, un’impresa collettiva di 7 donne: 4 consulenti e 3 creative. Con lei ci sono Elizabeth Rainer, Selina Angelini, Valeria Piludu, Roberta Pesce, Claudia Carrara, Eva Martini.

Dal suo private atelier Roberta accoglie donne e progetta abiti. Su richiesta si presenta in visite a domicilio e, spiando nell’armadio, crea pezzi modulati esattamente nello stile di ciascuna.

Penso che il punto essenzialmente sia non tenere l’energia per sé, l’ho imparato dalla nonna, la realtà spesso non è come ci appare. Mentre il cambiamento si.”

Gioconda è la promessa mantenuta con coraggio che si trasforma in una tra le più eccitanti scommesse sul cambiamento.

Anna Maria Turra
Anna Maria Turra

Scrivo per lo più per farmi largo, sono un’accumulatrice seriale di cose e dettagli, amo ridere anche se spesso e a mia insaputa mi ritrovo in lacrime. Ho pochi difetti ma alcuni sono davvero memorabili. Ghost writer tra narrativa, moda e discorsi di esponenti della politica extraparlamentare, quel che più mi rappresenta è la scrittura di monologhi comici.

Find me on: Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *