• Tra conforto e nutrimento c’è una differenza che interessa sia il cibo che le nostre …
  • Il successo su misura per il “pianeta” è possibile ed è il valore del brand creato da …
  • Immagina la luce di una bella giornata di sole …all’improvviso le nuvole si addensano …
  • Il cuore è senza dubbio il motore di Federica Continanza, la Chef toscana che piuttosto che «&…
  • Il coraggio di Roberta Raeli parte da un sogno e dal disegno di una realtà …
  • La stanza dei tesori era a portata di mano ma Daiju non lo sapeva quando …
  • Da sogno a visione è la freccia scoccata dall’arco di Gianluca Giannoni, lo chef di 50 …
  • Tra sogno e Realtà c’è un passo : la distanza tra un punto e un …
  • Meditare è un anti- stress ma che fare quando accade il contrario ?  Quel tappetino « ci sta …
  • La fame puo’ essere gestita e la nostra autostima può’ crescere con pressioni regolari delle …
  • Noci del sapone per lavarsi in capelli ? In realtà non è stata una mia idea …
  • La farina di ceci è un detergente usato sin dai tempi degli Assiri, lo sapevate ? Certo …
  • Lo stress non si fa annunciare, arriva quando non te lo aspetti e non guarda …
  • Ci sono esercizi per rafforzare il sistema immunitario e si basano sull’attivazione della nostra …
  • Ma come fanno gli astronauti a resistere all’isolamento sconnessi da tutto, in spazi ristretti …
  • Quelques gouttes de Ravintsara sur les mains peuvent nous aider à prévenir le virus. Si …
  • Poche gocce di Ravintsara sulle mani possono aiutarci nella prevenzione del virus. Se siete a …
  • I want to dedicate this post to the women, friends, sisters, leaders that I meet …
  • Je veux dédier ce post aux femmes, amies, sœurs, leaders que je rencontre …
  • Voglio dedicare questo post alle donne, amiche, sorelle, leaders che incontro ogni giorno e che …
  • Protagonista indiscusso il limone a la “Fête du citron” nata negli anni ’30 a Menton …
  • Il Training Autogeno

    training autogeno

    Tra le tecniche di rilassamento, il Training Autogeno di Schultz si presenta tra le più elettive perché interessa il corpo nella sua immediatezza e completezza.

    Il Training Autogeno è stato studiato e codificato dallo psichiatra tedesco Johannes Schultz sin dagli anni quaranta. L’allenamento continuo dei sei esercizi base, la riappropriazione del proprio vissuto corporeo e delle sensazioni ad esso legate, producono uno stato di benessere con recupero delle energie, sia dal punto di vista psichico che fisico. Per descrivere in cosa consiste questa tecnica è opportuno partire dal significato stesso delle due parole, “Training” ed “Autogeno”.

    Per “Training” si intende allenamento nel senso di apprendimento graduale e sistematico dei sei esercizi base con lo scopo di produrre modificazioni spontanee a livello muscolare, della funzionalità vascolare, dell’attività cardiaca e polmonare, dell’equilibrio neuro-vegetativo e dello stato di coscienza.
    Il termine “Autogeno” vuole mettere in risalto come le modificazioni psichiche e somatiche vengono sperimentate autonomamente dal praticante, adattando il metodo alle proprie esigenze. In generale, la pratica del Training Autogeno influenza varie funzioni dipendenti dal Sistema Nervoso Vegetativo quali la respirazione, la circolazione del sangue ed il metabolismo.

    Inoltre, consente di mutare il tono dell’umore ed attenuare gli stati emotivi e l’ansia, portando ad un sempre maggiore grado di distensione, benessere ed equilibrio psicosomatico. Permette, infatti, di combattere lo stress, le tensioni muscolari e psichiche, la mancanza di energia, l’ansia e le sue somatizzazioni organiche.

    I 6 esercizi base

    L’esperienza della pesantezza, l’esperienza del calore, l’esperienza del cuore, l’esperienza del respiro, l’esperienza del plesso solare, l’esperienza della fronte fresca. Nell’apprendimento in gruppo, il conduttore tramite le sue parole invita i partecipanti a porre attenzione all’esperienza in esame, es. la pesantezza.
    Saranno poi i partecipanti a sperimentare nel loro corpo quanto evocato, per poi raccontare, al termine dell’esercizio, quanto hanno vissuto e memorizzato.
    Così via per i sei esercizi base, che andranno ripetuti a casa per un migliore e più proficuo allenamento.

    Gli esercizi superiori

    Il Training Autogeno prevede anche una serie di esercizi cosiddetti “superiori”, che possono essere praticati dopo avere ben appreso i sei esercizi “inferiori”. Si tratta di esperienze più psicologiche, come visualizzare colori, oggetti e concetti astratti, visualizzare persone ed entrare maggiormente in contatto con le proprie emozioni. Lo stato di coscienza modificato per il rilassamento somatico permette alla persona di visualizzare immagini e simboli che provengono non solo dall’inconscio, ma anche dalla “memoria dell’organico” dove, come dice Schultz:

    L’individuo incontra se stesso soprattutto nel mondo delle sue reazioni primitive.

     

     

    Massimo Felici
    Massimo Felici

    Di formazione Psicologo e Psicoterapeuta ho lavorato per molti anni a Milano sia nel mio studio privato che presso Comunità per adolescenti ed Associazioni Onlus milanesi. Sin dall’inizio della mia professione mi sono interessato alle tecniche corporee come il Training Autogeno ed alla bioenergetica, intese come integrazione alla psicoterapia “tramite la parola”.
    e-mail: massimofelici52@gmail.com

    Find me on: Web | Facebook

    8 motivi per bere 8 bicchieri d’acqua al giorno

    8 motivi per bere 8 bicchieri d’acqua al giorno View Post

    Come evitare che lo stress ci rovini la …

    Come evitare che lo stress ci rovini la vita View Post

    10 consigli per combattere il caldo a tavola

    10 consigli per combattere il caldo a tavola View Post

    Quando il corpo ci parla: la medicina Psicosomatica

    Quando il corpo ci parla: la medicina Psicosomatica View Post

    Come scegliere la pratica giusta per armonizzare corpo …

    Come scegliere la pratica giusta per armonizzare corpo e spirito View Post

    Salute e benessere senza frontiere. Il Blog

    Salute e benessere senza frontiere. Il Blog View Post