Sindrome da rientro e come ripartire con il piede giusto

La sindrome da rientro è quel malessere che ci assale nei giorni successivi alla fine del periodo delle vacanze

Sindrome da rientro

Le nostre ferie tanto attese e progammate, sono giunte al termine. Più ne abbiamo goduto, più abbiamo staccato dalla vita di tutti i giorni, più proviamo un disagio profondo una volta ritornati a casa.

Abbiamo approfittato delle serate al ristorante, ci siamo divertiti con gli amici, abbiamo pensato a noi. I nostri occhi si sono impregnati di cose belle, abbiamo assaporato i profumi nel vento, siamo andati alla ricerca di culture diverse e ci siamo lasciati andare al dolce far niente.

Le vacanze ci hanno offerto dei giorni privi di obblighi consueti e di fastidiose incombenze quotidiane. Durante le ferie il cervello si riposa, abbassa i suoi livelli di attenzione e dimentica in fretta il lavoro o le noie consuete della vita quotidiana. Questa sensazione di libertà che le vacanze ci concedono, ce la siamo meritata e l’idea di rimettersi nel corso della solita vita e di dovere ricominciare il lavoro, crea delle vere e proprie angosce.

Al momento del rientro a casa, in vista delle responsabilità da affrontare e dei problemi da gestire, il nostro cervello percepisce questa situazione come « pericolosa » e si mette in uno stato di allerta che fa aumentare i livelli di stress.

Questa fase è poi sostituita da una fase di adattamento che genera una perdita di energie. Fatica e esaurimento si instaurano con conseguente stato di nervosismo e di malumore.

I giorni successivi al rientro diventano allora molto duri. Invece di sentirci rinvigoriti e in piena forma, manchiamo di concentrazione e di voglia di fare. Ci sentiamo imprigionati in una situazione che non riusciamo a dominare nè a fuggire e che ci porta a dei picchi di tristezza e di sconforto profondo.

Abbiamo un rimedio a questo stato d’animo ? Come possiamo accettare di nuovo la vita che abbiamo davanti senza farci sopraffare dall’ansia ? 

Ripartiamo con il piede giusto e ricorriamo alla riflessologia plantare

Riflessologia e stress da rientro

Questa tecnica è in grado di allineare corpo e spirito.

E’ una pratica efficace che permette al nostro corpo di ritrovare il suo naturale equilibrio fisico e mentale.

Calma le crisi di stress e permette di migliorare la capacità, che ognuno di noi ha, di gestire questo stress. 

La stimolazione di alcuni punti riflessi come il diaframma e il plesso solare, aiuterà la persona a distendersi e a ritrovare una sensazione di calma interiore. 

Un’altra zona importante da trattare sarà quella delle ghiandole surrenali e del sistema nervoso. In un periodo di forte stress, gli ormoni e i neurotrasmettitori, reagiscono aumentando la loro attività. L’equilibrio fisiologico è compromesso e il corpo si stanca. 

La riflessologia plantare ha la capacità di riportare il nostro organismo alla omeostasi che è la tendenza naturale alla stabilità propria di tutti gli esseri viventi. Il consiglio è quello di affidarsi a questa tecnica per ritrovare la pace e il benessere fisico e mentale di cui abbiamo tutti bisogno. 

Serena Rizzello
Serena Rizzello

Di formazione letteraria, ho lasciato Genova, la mia città natale, per insegnare italiano in Francia. La mia crescita personale ha coinciso con la scoperta delle discipline naturali.
Riconoscendo l’importanza delle tecniche corporee sul benessere psico-fisico, ho voluto formarmi ai massaggi e successivamente alla riflessologia plantare. Ho quindi aperto uno studio a Nizza in cui potere esercitare queste professioni. E-mail : srizzello77@gmail.com

Find me on: Web | Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *